Area stampa

Sconti per chi conferisce i rifiuti al Centro di Raccolta Differenziata

Previsti 3 centesimi in meno in bolletta per ogni chilo di rifiuti differenziati conferiti

 

  
    Dal 1 marzo, a Urbino, rispettare l’ambiente e differenziare correttamente i rifiuti rivolgendosi al Centro di Raccolta Differenziata, oltre che utile, è anche conveniente. Alle utenze domestiche che conferiscono i rifiuti differenziati nel Centro di Raccolta il Comune di Urbino riconosce, infatti, uno sconto sulla bolletta di igiene ambientale di 0,03 euro per ogni chilogrammo conferito di carta/cartone, vetro, lattine e plastica. Una scontistica che contribuisce ad incentivare la diffusione di buone pratiche in materia di gestione dei rifiuti consentendo al contempo un “alleggerimento” della bolletta a carico di famiglie e cittadini.

 

    Il Centro di Raccolta Differenziata di Urbino, ubicato in via Molino del Sole 17 nella zona industriale Casino Noci (località Sasso), è aperto dal lunedì al sabato dalle 8 alle 13, il mercoledì e il venerdì anche dalle 15 alle 18.

 

    I cittadini che vorranno conferire rifiuti differenziati usufruendo dello sconto in bolletta verranno accolti da addetti di Marche Multiservizi che li guideranno nello svolgimento delle procedure necessarie. L’utente deve provvedere a portare il materiale già diviso per tipologie, agevolare gli operatori nella verifica, pesatura e conferimento dei rifiuti negli appositi contenitori o aree. Al termine delle operazioni, l’utente dovrà ritirare la ricevuta del conferimento. Al momento del primo conferimento è consigliabile portare con sé la propria bolletta TARI per verificare la corretta registrazione a sistema.

 

   La scontistica relativa ai conferimenti sarà riconosciuta nella bolletta di conguaglio dell’anno di riferimento.

 

   Il Centro di Raccolta Differenziata di Urbino consente di recuperare moltissime tipologie di materiali come: carta e cartone, plastica-alluminio, vetro, legname, rottami ferrosi, toner e cartucce per stampanti, oli minerali e batterie di auto e moto, neon inerti e macerie, piccoli e grandi elettrodomestici e molti altri rifiuti differenziati. E’ stato recentemente oggetto di lavori di ammodernamento con l’obiettivo di rendere il centro una struttura più accogliente e funzionale, in grado di soddisfare al meglio le esigenze dei cittadini e del territorio di riferimento in merito ai servizi di gestione dei rifiuti. Per consentire la pesatura dei rifiuti è stata allestita, all’interno del Centro, anche un’area predisposta con apposita bilancia.

 

   «Questa misura – commenta il Sindaco, Maurizio Gambini – introdotta nel Regolamento Tari in seguito all’approvazione, a fine anno 2017, del bilancio preventivo 2018 va nella direzione di educare e incentivare i nostri cittadini a fare la raccolta differenziata, in cambio ne potranno trarre un beneficio anche nella bolletta. Come promesso, grazie anche alla stretta collaborazione con MMS, siamo in grado di far partire questo nuovo incentivo già dal 1 marzo, affinché i nostri cittadini possano beneficiarne dai primi mesi dell’anno. Sicuramente la costanza nell’andare a conferire i rifiuti nel Centro di Raccolta Differenziata del Sasso migliorerà la buona abitudine nelle nostre case di differenziare con più attenzione i rifiuti, migliorando di conseguenza anche la performance complessiva del nostro Comune, e ripagherà gli utenti al momento del conguaglio. Speriamo diventi l’occasione per molti urbinati di conoscere meglio e usufruire più attivamente dei servizi del Centro, perché se ognuno si impegna a fare la propria parte, tutto l’ambiente che ci circonda ne beneficia».

 

   «Il Centro di Raccolta Differenziata è uno strumento molto importante per incentivare la raccolta differenziata, contrastare il fenomeno degli abbandoni e ottenere quindi una città più pulita e decorosa – spiega l’amministratore delegato di Marche Multiservizi, Mauro Tiviroli – Riteniamo, inoltre, che l’applicazione di uno sconto di 3 centesimi per chilogrammo conferito di rifiuti differenziati (carta/cartone, vetro, lattine e plastica) possa contribuire a favorire l’attivazione di un meccanismo virtuoso che incentivi i cittadini a differenziare i rifiuti e a conferirli al Centro di Raccolta Differenziata. Anche se, mi preme sottolinearlo nuovamente, i cittadini devono essere consapevoli del fatto che fare la raccolta differenziata è, prima che un dovere normativo, un dovere civico che contribuisce ad uno sviluppo sostenibile del territorio in cui viviamo».